In viaggio con Jessica: Cieli d’Irlanda con delitto

In 12 stagioni della ‘Signora in Giallo’ Jessica ha girato il mondo in lungo e in largo ben oltre i confini degli Stati Uniti in cui normalmente risiede.

In molti episodi infatti la troviamo promuovere il suo ultimo libro, oppure in visita a qualche amica lontana in diverse località sparse in tutto il mondo.

Ma c’è un paese in particolare a cui Jessica è particolarmente legata e questo è l’Irlanda, nazione in cui la stessa Lansbury mantiene un legame molto speciale.

Infatti per molti anni l’attrice è vissuta principalmente a Cork in Irlanda dove possiede una casa e la cosa che più la fa sentire l’appartenenza all’isola verde è una buona tazza di tè ben forte, possibilmente di marca Barry.

Le Origini Irlandesi

La Lansbury, il cui secondo nome è Brigid, viaggia con passaporto irlandese poichè sua madre, l’attrice Moyna Macgill, era nata a Belfast. Suo nonno paterno, George Lansbury fu un leader del partito laburista. Suo padre Edgar, un commerciante di legname, morì quando Angela aveva 9 anni costringendo la madre ad emigrare negli Stati Uniti con Angela e i suoi fratelli gemelli Bruce ed Edgar.

Ma il suo legame con l’Irlanda non finisce qui, infatti Angela si trasferì nuovamente in Irlanda, nel paesino di Conna, vicino Cork, con il marito Peter Shaw e i loro due figli nei primi anni ’70 per allontanare questi ultimi, Anthony e Deirdre, dalle insidie di una vita a Los Angeles, nel mondo dorato ma difficile di Hollywood.

Jessica con i figli Anthony e Deirdre negli anni ’70

“Noleggiarono un’auto non appena giunti a Shannon e girarono parecchio nei dintorni” racconta John O’Shea. “Trovarono una casa in vendita a Conna e l’acquistarono immediatamente. Lei considerava questa casa come la sua abitazione principale e andava a Los Angeles e Londra solo per lavorare.”

O’Shea fu anche testimone della generosità di Angela quando lo aiutò a mettere in piedi il locale teatro Everyman nel 1972.

fonte: Irish Examiner

Jessica e l’Irlanda

Ma tornando a Jessica, troviamo diversi riferimenti della passione che la sua interprete nutre per l’Irlanda nell’annotare le volte in cui ‘La Signora in giallo’ è stata ambientata appunto in quest’isola:

sono ben quattro (cinque se consideriamo un episodio in due puntate) le volte in cui la ritroviamo in questi luoghi, a partire dall’episodio 4 della nona stagione “Una vecchia storia irlandese”, per poi continuare con l’episodio 7 della decima stagione “La pipa del Gancanagh”, l’episodio 20 dell’undicesima stagione “La Black Maria” e infine il doppio episodio “Ascolta la mia voce” nella dodicesima stagione.

E’ interessante poi notare come i primi tre episodi siano ambientati a Cork, città a lei molto cara, e in due di essi compare lo stesso ispettore di polizia che in “La Black Maria”  ha argutamente fatto notare come ‘ogni volta che Jessica arriva a Cork succede un omicidio’.

In tutti questi episodi poi ritroviamo diversi attori che compaiono in più ruoli come Fionnula Flanagan, Rod Taylor, Ross Kettle e la nipote di Angela, Felicia Lansbury.

Fionnula Flanagan appare in “La pipa del Gancanagh” e “Ascolta la mia voce”

Fionnula Flanagan

Rod Taylor, Ross Kettle e Felicia Lansbury in “La Black Maria” e “Ascolta la mia voce” tutti in ruoli diversi tranne Mark Rolston che interpreta il sergente Boyle sia in “La pipa del Gancanagh” che in “La Black Maria”.

E visto per restare in famiglia, gli ultimi tre episodi sono girati dal figlio della Lansbury, quell’Anthony che proprio in Irlanda ha trovato la salvezza da una vita che poteva costargli caro.

E l’amore per la sua famiglia e per il suo lavoro si ritrovano in questa sua frase: “Dico sempre che ci sono due cose nella vita che so fare bene: curare la mia casa e recitare. Recitare di solito ha la precedenza, vorrà dire che la casa rimarrà un po’ in disordine”.