La marmellata della signora Fairly

La marmellata, era il colpevole!

Come tutti i numerosi fan di Jessica, ho una mia personale lista di episodi preferiti.

Quelli che vedi e rivedi centinaia di volte, senza stancarsi mai, trovandoci sempre particolari o dettagli che sfuggono anche a pluri-visioni in anni e anni di messa in onda.

Gli episodi preferiti fanno battere il cuore e ogni volta che la prima scena ci fa capire che è uno di ‘quelli’ si molla tutto e ci si appiccica al televisore, nonostante si conoscano ormai le battute a memoria.

L’episodio della locanda

Uno degli episodi che suscitano in me maggiori entusiasmi è senza dubbio il 14 della seconda stagione Omicidio alla locanda in cui troviamo Jessica, Amos e Seth.

I tre sono a Cabot Cove e si dirigono in auto verso un locale di nuova apertura, il Joshua Peabody Inn, per fare colazione insieme.

maremallata Fletcher
Ma che? Davvero? E si parla di marmellata!

Come si dice da quelle parti quando si parla di locali… “ovunque vada lo sceriffo Tupper lì va tutta Cabot Cove…”.

La locanda è affollata di personaggi di varia provenienza e non tutti sembrano armati di buone intenzioni.

Alla locanda non tutto va per il meglio, a cominciare dai piatti.

“Uova alla Benedict Arnold” oppure “Life, Liberty and Prosciutto Happiness” opera di un cuoco non proprio all’altezza della sua fama.

La marmellata: colpevole o innocente?

Gli avventori, tra cui due amiche distinte, dei turisti brontoloni, due politici del posto, il proprietario di un altro locale concorrente si passano, da un tavolo all’altro, due vasetti di marmellata di produzione locale.

Marmellata? Posso?

Ed è proprio la marmellata la protagonista involontaria di questo episodio.

Dall’assaggio di questa prelibatezza a km zero insorgeranno, in più persone, sintomi che ricordano una intossicazione da botulino.

Fino ovviamente a scapparci il morto.

Veleno o incompetenza di un cuoco ubriaco che a stento sa cosa si trovi nella sua cucina?

Jessica questa volta se la deve vedere con una irreprensibile funzionaria della salute pubblica.

La donna liquida le sue lecite obiezioni come inutili supposizioni che confondono una normale e perfetta soluzione scientifica.

Jessica alle prese con l’integerrima funzionaria Maude Perry

Alla minaccia di chiudere l’attività della signora Fairly di produzione e distribuzione delle marmellate fatte in casa più buone del Maine, Jessica, Seth e Amos insorgono.

Tentano il tutto e per tutto per dimostrare che non è la marmellata la causa dei malori.

La marmellata di fragole della signora Fairly non deve essere toccata. Perché è buonissima!

Dal sito Food di New England Today proponiamo qui l’unica e autentica ricetta della marmellata di fragole come la signora Fairly proponeva agli ospiti della locanda intitolata a Joshua Peabody.

Marmellata di Fragole

Ingredienti

  • 2 kg circa di fragole già curate e pulite
  • 1 kg di zucchero
  • 2 cucchiai di succo di limone

Istruzioni

Mescolare frutta e zucchero e cuocere rapidamente per circa 20 minuti, mescolando di tanto in tanto. Aggiungere il succo di limone e prolungare la cottura per altri 10 minuti  finchè si addensa. Riempire I vasetti sterilizzati fin o a circa due dita dall’apertura. Avvitare i tappi e stringere bene. Far bollire i vasi per circa 10 minuti.
Con queste poche mosse la marmellata di fragole del Joshua Peabody potrà essere gustata in tutta la sua bontà.
Botulino o veleno a parte